Tag Archives: cantautorale

Le faremo sapere: Alessio Accardi, il primo singolo e l’intervista

Ciao Alessio, innanzitutto benvenuto su SulPalco.com! A fine novembre è uscito il singolo “Le faremo sapere”, che anticipa il tuo primo EP. Prima di parlare di questo progetto, però, vorrei rompere il ghiaccio con un’altra domanda. Chi è Alessio Accardi? Vuoi presentarti ai nostri lettori?

Ciao a voi di SulPalco.com e grazie per l’opportunità di parlare del mio progetto.

Mi chiamo Alessio Accardi e mi sono avvicinato alla musica fin da bambino. Ricordo che mi presentavo nei locali della provincia di Milano, cantando da “Imagine” di John Lennon, a “Perdere l’amore” di Massimo Ranieri… [Read more...]

Intervista a Giuseppina Gazzella, autrice di Senza un perché

S’intitola “Senza un perché” il singolo di Giuseppina Gazzella, arrangiato dal musicista e compositore Niki Romagnoli e uscito all’inizio di dicembre. Classe ’84, la cantante marchigiana è attualmente al lavoro per pubblicare il suo primo album di inediti. Abbiamo avuto il piacere di fare due chiacchiere con lei, ecco che cosa ci ha raccontato.

Ciao Giuseppina, benvenuta su SulPalco.com. Siamo felici di averti con noi. Cominciamo con una domanda di rito: vuoi raccontare ai nostri lettori qualcosa di te? [Read more...]

Klondike: intervista a Marco Degli Esposti, aka La Notte delle Streghe

È uscito il 6 ottobre “Klondike”, disco solista e ottima prova del cantautore ferrarese Marco Degli Esposti, in arte La Notte delle Streghe.

Il disco, come il precedente EP “Storie di Via Togliatti” (2015), pone al centro la parola: proprio per questo la musica risulta scarna. Quello de La Notte delle Streghe è un cantautorato minimale di grande impatto, la cui forza risiede nei testi, scritti da Marco intorno a temi personali eppure importanti.

In ogni canzone di “Klondike” si legge la voglia di scavare a fondo nel nostro tempo e nei sentimenti che lo animano. La ricerca dell’oro è una metafora per raccontare la fuga dal posto fisso, la ricerca di qualcosa che non si conosce, per cui vale la pena mollare tutto e ricominciare da zero. Come la musica. [Read more...]

Amarcord 2.0 – Conversazione con Igor Macchia e Filippo Cassani

Vi siete mai chiesti quali pensieri rincorra l’uomo che vi porge il resto al casello? E il lavapiatti? Che cosa prova il giostraio mentre osserva la giostra girare? È a loro che è dedicato l’ultimo disco degli Amarcord, dal titolo “Gente in ombra”, la cui uscita è prevista nel 2018. In questo concept album emozionante e raffinato la storica band bolognese – formazione capitanata dal cantautore Igor Macchia – presta la voce a quelle figure che spesso incrociamo sul nostro cammino, ma a cui raramente diamo attenzione. [Read more...]

Il Canzoniere di Cesare Malservisi, reinterpretato dai bandAchab

Più che un cantautore, Cesare Malservisi era un cantastorie. Interprete di racconti della Bologna d’una volta e di avvenimenti a lui contemporanei. Sapiente narratore della città, della sua Corticella, di vicende che entrano di diritto nel bagaglio culturale di una comunità, ma non solo. Molti dei protagonisti del suo “Pantheon” – come l’ha definito lo studioso Luigi Lepri – un tempo avremmo potuto incontrarli per la strada. Erano muratori, barcaioli, falegnami; e ancora: la barista che fa girare la testa ai clienti e lo scemo del quartiere, i “compagni” della sezione di partito e la suocera bigotta. Cesare Malservisi, tuttavia, non era un musicista di professione, se così si può dire. Era un maestro elementare. Era uno che imbracciava la chitarra in famiglia, tra amici o per far divertire i suoi piccoli alunni. In effetti, cominciò a scrivere canzoni per ingannare la noia della degenza, quando fu ricoverato per due mesi all’Ospedale Maggiore di Bologna nel 1987. [Read more...]