Category Archives: Sensazioni

Itchy Teeth: “Portiamo la nostra musica in giro per l’Europa e questo ci rende felici”

Siamo una band alternative che vive in un’auto”, scrivono su Facebook. “E la nostra musica ha il suono della nostra vita insieme. […] I nostri fan diventano nostri amici. Abbiamo Fender, fanzine e vinili. E abbiamo anche una batteria arancione”. Poche righe che colgono alla perfezione l’essenza degli Itchy Teeth, la band indie-pop britannica che negli ultimi anni sta conquistando anche il pubblico italiano.

Dopo il successo riscosso nelle recenti edizioni del Ferrara Buskers Festival e in tour fitti di date, il gruppo (formato da Xav Clarke e Charlie Hannah alle chitarre e alla voce, da Oli Booker alla batteria e da Big M al basso) è tornato in Italia la primavera scorsa per promuovere l’omonimo album d’esordio, “Itchy Teeth”.

[Read more...]

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

Il dream pop made in Bologna: intervista ai Dade City Days

Abbiamo sentito per la prima volta i Dade City Days al Covo Club di Bologna, dove hanno condiviso il palco con i Milburn, storica gloria del brit-pop. Ci hanno colpito i Dade City Days, con il loro mix di sonorità dream pop, shoegaze e new wave. Ci hanno affascinato con melodie capaci di evocare atmosfere sognanti e rarefatte, per poi trasformarsi in improvvise esplosioni di suono. Nata quattro anni fa, la band bolognese – formata da Andy Harsh (voce, chitarra, synth), Gea Birkin (basso e voce) e Michele Testi (batteria e drum machine) – ha all’attivo un debut album, “VHS”, e una lunga lista di live e collaborazioni. Abbiamo avuto il piacere di scambiarci due chiacchiere e questo è il risultato.

[Read more...]

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

True Colors: quando la musica è a colori, di quelli veri

Prendete la voce incantevole e calda di Cristina Alagna, unite il tocco e il groove di Alberto Bergonzoni alla chitarra, aggiungete le ispirate reinterpretazioni acustiche e intimiste di standard jazz e classici soul, pop e blues, e poi condite il tutto con un pizzico d’ironia: ecco che avrete i True Colors.

Il nome del duo non solo cita la celebre hit di Cindy Lauper (presente, tra l’altro, nel repertorio), ma soprattutto, spiega Cristina, “descrive il nostro modo di vedere la musica e, più in generale, la vita. I colori della musica, delle note, delle dinamiche, delle emozioni. Colori veri, perché la musica si fa col cuore e con l’anima, non solo con la tecnica. E questo è quello che abbiamo voglia di dare a chi viene ad ascoltarci: pezzettini di noi. Il nome “True Colors” è stato il frutto di un’intensa serata di riflessioni tra amici sull’opportunità di dare al duo un nome proprio, piuttosto che qualcosa del tipo: “Alberto Bergonzoni e Cristina Alagna Acoustic Duo”. Io e Alberto eravamo concordi nel ritenere che il progetto avrebbe dovuto avere un nome suo, una vita propria, un codice fiscale, un piatto preferito e una carta d’identità valida per l’espatrio. In Italia sono tempi duri per la musica, si sa”.

[Read more...]

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

Lo stato dell’arte di Fabrizio Bosso: l’intervista al Bravo Caffè

Energico, carismatico, coinvolgente, Fabrizio Bosso è un musicista di grande talento e sensibilità, senza dubbio una delle realtà più interessanti del jazz italiano. Accompagnato da Julian Oliver Mazzariello al piano, Jacopo Ferrazza al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria, il trombettista torinese sta presentando in tour il suo ultimo lavoro “State of the Art”, uscito lo scorso aprile per la Warner.

L’album, registrato dal vivo durante i concerti del Quartetto a Roma, Verona e Tokyo, riesce a catturare come un’istantanea una delle fasi più felici della carriera del musicista, attraverso l’atmosfera unica del live. Dieci tracce in cui si alternano interpretazioni di standard e composizioni originali, in una performance emozionante e fantasiosa, che viaggia tra melodie intimiste e riflessive e soli briosi e innovativi. Abbiamo avuto il piacere di intervistare Fabrizio in occasione del suo ultimo live al Bravo Caffè di Bologna.

[Read more...]

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

Fred Wesley e The New JBs incendiano il Paradiso Jazz

Fred_Wesley_&_the_new_JB's_-_Festival_du_Bout_du_Monde_2016_-_045

Icona del funk e del soul, jazzista, trombonista eccezionale, Fred Wesley ha cominciato la sua carriera da giovanissimo, suonando con Ike & Tina Turner. Nato in Georgia nel 1943, figlio di un direttore di big band, Wesley vanta un curriculum sorprendente. Musicista, compositore e arrangiatore di gruppi come James Brown & The JBs, Parliament-Funkadelic e Bootsy’s Rubber Band, il trombonista ha il grande merito di aver dato al soul un nuovo suono e un nuovo impulso.

Nel ‘78 si è unito anche all’orchestra di Count Basie, ma non è l’unica collaborazione di rilievo che ha collezionato nel corso degli anni. La lista è lunga e va da musicisti del calibro di Ray Charles e Van Morrison, ai suoi colleghi e amici di vecchia data, Maceo Parker and Pee Wee Ellis. Con la carica inesauribile di chi vive per la musica, Wesley continua a comporre e a incidere ancora oggi, insieme alla sua band jazz-funk, The New JBs.

[Read more...]

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInDigg thisShare on TumblrEmail this to someone